Come proteggere la nostra pelle dal sole?

Che cosa è il sole?

Fonte di tutta l’energia, ha molti benefici, dall’attivazione della fotosintesi allo stimolo della produzione di Vitamina D negli esseri umani.
Tuttavia, come per la maggior parte dei processi biologici, deve esserci un equilibrio e troppo sole fa male, soprattutto alla pelle.
La luce del sole consiste di uno spettro di raggi di diversa lunghezza d’onda, che varia tra 400-700 nm:

Le lunghezze d’onda maggiori (infrarossi), sono in grado di penetrare in profondità nella pelle, ma è meno probabile che causino danni.

I raggi UV con lunghezza d’onda minore interagiscono con le cellule cutanee, generando i RADICALI LIBERI altamente reattivi.

I radicali liberi causano danni alle cellule e più danni causano, più alta è la probabilità di sviluppare le rughe, malattie croniche ed altre patologie fra cui il cancro della pelle.
Quando c’è uno squilibrio fra la produzione di radicali liberi e la capacità del corpo di neutralizzali con gli anti-ossidanti parliamo di STRESS OSSIDATIVO.

I raggi UV

I raggi UV ci raggiungono in tre forme diverse:

Gli UVB fornisco alla pelle l’energia necessaria per produrre la vitamina D, ma sono anche responsabili delle scottature solari e dei danni diretti al DNA (alterano il genoma delle cellule cutanee) e possono diventare responsabili del tumore della pelle.

Gli UVA contribuiscono anche essi a causare danni alla pelle, in particolare l’invecchiamento cutaneo prematuro.

Gli UVC vengono bloccati dall’atmosfera terrestre e non raggiungono la pelle.

Il sistema di classificazione dei fattori di protezione solare (FP) si basa sul livello di protezione UVB che può garantire il prodotto. Tuttavia, i prodotti che contengono il simbolo di protezione UVA, devono fornire un livello minimo di protezione UVA con proporzione UVA:UVB almeno pari a 1:3.

Come scegliere la protezione solare?

La protezione solare deve essere scelta in base alla sensibilità della pelle al sole (pigmentazione) e all’intensità delle radiazioni.
Il fattore di protezione solare (FP) moltiplicato per i minuti di protezione naturale della pelle, indica il tempo di esposizione massima al sole senza il rischio di danni indotti dai raggi UV.

 

protezione solare tabella

 

Moltiplicando il fattore di protezione solar (FP) per la durata della protezione naturale della pelle (che varia in funzione del fototipo) otteniamo il tempo massimo d’esposizione solare senza scottarci. È importante rimettere la protezione solare entro questo tempo massimo.

Le buone abitudini da adottare:

  1. Attenzione ai prodotti fotosensibilizzanti, non utilizzare prodotti come deodoranti, profumi, oli e tutti i prodotti che contengono l’alcool prima di esporsi al sole, si rischia di causare macchie pigmentarie.
  2. State attenti al riverbero; le superfici chiare come l’acqua o la neve riflettono i raggi UV sulla pelle e sugli occhi. Indossate sempre occhiali da sole per proteggere i vostri occhi e rinnovate l’applicazione della crema solare sulle zone scoperte.
  3. Cercate l’ombra! Se praticate attività all’aperto in estate, ricordatevi di stare all’ombra anche se non vi protegge completamente dal sole. Anche all’ombra o sotto l’ombrellone, bisogna applicare una crema protettrice.

La perfetta routine solare:

  1. Esfoliare; almeno 48 ore prima dell’esposizione. È fondamentale per eliminare le cellule morte e permettere alla pelle di ricevere meglio la luce solare.
  2. Proteggere; in base al nostro fototipo evitando di esporsi nelle ore in cui il sole è estremamente dannoso.
  3. Idratare; l’esposizione al sole riduce la quantità di acqua nel nostro organismo, provocando rughe, segni d’espressione, radicali liberi. Apportare nutrimento e idratazione è fondamentale dopo ogni esposizione. Il doposole aiuta questa azione, ma ancora più efficaci sono le maschere, che restano in posa e garantiscono maggior assorbimento.

Vieni a scoprire quale è il tuo fototipo, ti aiuteremo a scegliere le tue protezioni e i tuoi prodotti aftersun.

LA TUA PELLE è UNICA, IMPARA A PROTEGGERLA E LA TUA ABBRONZATURA DURERA’ ANCORA Più A LUNGO.